Iter Liturgicum Italicum

Iter Liturgicum Italicum di Giacomo Baroffio

ITER LITURGICUM ITALICUM è una raccolta di repertori che ho redatto nel corso di circa sessanta anni. Ho iniziato a costruire dei repertori da quando ero studente in Germania (Köln, Erlangen, Bonn). Il primo lavoro è stata una bibliografia esauriente relativa all’Ordine Certosino. Ho scritto a mano centinaia di schede, ma il lavoro non è stato pubblicato. Per alcuni anni – dietro suggerimento del mio maestro Prof. Dr. Bruno Stäblein - ho lavorato agli indici degli Analecta Hymnica Medii Ævi. Ho scritto a mano migliaia e migliaia di piccole schede non limitandomi agli incipit stampati nell’edizione dei testi, ma inglobando anche le recensioni differenti degli incipit quali emergevano dall’apparato critico con le varianti testuali. A Karlsruhe, davanti a qualche testo presente in codici della Reichenau, ho detto al bibliotecario che avrei controllato a casa dove avevo le schede di tutti i brani editi negli AH. Il bibliotecario aveva fatto lo stesso lavoro, ma con criteri diversi e l’aveva abbandonato, senza però eliminare le sue schede scritte a macchina. Ci siamo accordati: lui mi metteva a disposizione il suo lavoro, io avrei rivisto e integrato le schede con gli incipit delle varianti. Dopo un paio di altri anni i nostri indici erano pronti, ma non abbiamo trovato nessun editore. E dopo circa un altro anno, hanno visto la luce gli indici curati da Max Lütolf...
Durante il lavoro della tesi, p. Odilo Heiming (Maria Laach) ha insistito più volte perché studiassi i codici ambrosiani anche in prospettive diverse da quelle della tesi dottorale. Così feci e incontrai subito molte difficoltà che sono perdurate a lungo. In Italia – tranne poche eccezioni a Roma e a Milano – mancavano biblioteche attrezzate come quelle conosciute in Germania, dove ero abituato a studiare fino alle due di notte. Poi non erano disponibili repertori sistematici che riguardassero l’universo liturgico e le sue fonti medievali. Nel frattempo uno sconosciuto provvidenziale mio benefattore, amico di don Pietro Zerbi, mi aveva posto di fronte a un bivio: occuparmi soltanto di paleografia musicale oppure dedicarmi alle fonti liturgiche, esplorandole da cima a fondo e allargando l’esame a notazione e scrittura testuale, melodie e testi, tematiche liturgiche e storiche, e altre discipline per nulla secondarie come, ad esempio, l’agiologia.
Quasi tutti i repertori – varie decine – hanno avuto una vita travagliata. Cammin facendo mi sono accorto che potevano e dovevano essere migliorati. Ho riscritto tante schede aggiungendo altre colonne, raramente eliminando alcune serie di dati. L’uso del PC è stato notevole, non tanto per aver facilitato il lavoro, ma per avermi obbligato a una disciplina inesorabile, soprattutto a livello redazionale.
I repertori dell’ILI spaziano in vari settori che riguardano le celebrazioni liturgiche, in particolare la Messa e le Ore. All’inizio i testi delle orazioni e dei canti li catalogavo in base ai soli incipit ed explicit. Ad esempio, le prime cinque e le due ultime parole. Così ho iniziato a lavorar intorno all’Orationale Sanctorum Italicum. L’avevo pensato come aiuto per identificare velocemente e distinguere le tipologie dell’eucologia latina (sacramentari veronese, gelasiano, gregoriano...). Dopo qualche anno mi sono accorto che i dati striminziti potevano, certo, servire, ma non risolvevano altri problemi. Così ho iniziato a copiare i testi integrali nelle varie recensioni letterarie.
Per la musica, grazie all’uso della notazione alfabetica, ho iniziato a trascrivere centinaia di brani da diversi testimoni. Da uno solo copiavo l’intera melodia; degli altri inserivo soltanto le varianti relative alla prima fonte. Ho ripreso solo recentemente questo lavoro, ricominciando tutto da capo. Il repertorio melodico dei canti gregoriani e/o ambrosiani con circa 2000 schedoni è stato distrutto con un disco esterno che mi serviva d’archivio e in cui avevo inserito anche altro materiale di cui non posso più disporre.

Per ILI ho previsto le seguenti categorie di repertori:
1]
Inventario sommario di tutte le fonti liturgiche italiane manoscritte, integrali o frammentarie.
1.a Iter Liturgicum Italicum è un inventario con dati essenziali. Le fonti sono messe in ordine alfabetico di collocazione (luogo, biblioteca...). Sono segnalati codici presenti in sedi italiane e all’estero.
1.b Nomina Codicum riprende parte del materiale già segnalato, ma lo dispone in ordine alfabetico secondo alcune tematiche emergenti: luogo d’origine e/o d’uso, committente...

2]
2.a Kalendaria Italica (KaI): prontuario con tutti i santi presenti in calendari italiani.
2.b Letaniæ Sanctorum: prontuario con tutti i santi presenti nelle varie liste litaniche (veglia pasquale, liturgia dei moribondi...).

3] 3.a Corpus Officiorum - Temporale (COT): tabella sinottica con la segnalazione di tutti i canti e le letture di ciascun formulario del temporale.
3.b Corpus Officiorum – Sanctorale (COS): tabella sinottica con la segnalazione di tutti i canti e le letture di ciascun formulario del santorale.

4]
Orationale Sanctorum Italicum (OSI): testi eucologici (completi) in memoria dei santi, sia della Messa sia delle Ore e di altre situazioni.

5]
5.a Corpus Antiphonarum Itnaalicum (CAIT): testi completi di antifone in uso in tutte le occasioni (Messa, Ore...).
5.b Corpus Responsoriale Italicum (CRIT): testi completi di responsori prolissi in uso principalmente durante la preghiera notturna.
5.c Corpus Hymnorum Italicum (CHI): raccolta delle musiche complete degli inni, con indice tematico delle melodie.

6]
Corpus Italicum Precum (CIP): raccolta di orazioni ‘devozionali’ tramandati in primo luogo da libelli precum e libri d’Ore.

7]
Tabelle sinottiche con segnalazione di:
7.a Serie degli Alleluia della Messa (avvento, Natale, quaresima, tempo pasquale, tempo ordinario)
7.b Antifone ‘O’ (avvento)
7.c Antifone ‘Veterem hominem’ (ottava dell’Epifania)
7.d Antifone bibliche (a avvento, quaresima, tempo pasquale, tempo ordinario)
7.e Responsori del libro della Genesi
7.f Responsori dei Libri dei Re, Sapienziali, Giobbe, Tobia, Giuditta, Ester, Maccabei, Profeti
7.g Canti del 2 febbraio
7.h Canti della domenica delle Palme
7.i Benedizione dei lettori
7.j Cantici del III notturno monastico
7.k Suffragi/Commemorazioni
...